top of page
  • Immagine del redattoreFederica Tamborini

Organizzare un matrimonio bilingue perfetto: 8 consigli utili

In questi ultimi anni, mi è spesso capitato di organizzare un matrimonio bilingue (anzi, anche multilingue!) dove, in sostanza, gli ospiti non parlavano tutti la stessa lingua in quanto originari di Paesi e culture diverse.

Il problema più grande da dover considerare quando si decide di pianificare un matrimonio bilingue è quello di far sentire tutti a proprio agio, indipendentemente dalla lingua parlata. La cura, quindi, dei diversi elementi che caratterizzano la comunicazione in un un matrimonio, deve essere ai massimi livelli.


MATRIMONIO BILINGUE: COS'È?

Molto semplicemente, si parla di matrimonio bilingue quando gli invitati parlano lingue diverse e molto spesso appartengono anche culture diverse (non necessariamente quelle degli sposi, anche se di base dipende proprio dalle origini della coppia). La situazione si complica quando alcuni invitati parlano solo la propria lingua d'origine e quindi, la comunicazione con loro potrebbe risultare al quanto difficile.

Obiettivo principale, quindi, sarà non far sentire gli ospiti a disagio o, peggio ancora, isolati perché non è chiaro, ad esempio, a che ora inizierà la cerimonia o, a ricevimento iniziato, dove si trova l'angolo dei drink.


Con il post di oggi vi svelo 8 consigli utili per organizzare un matrimonio bilingue perfetto.


8 CONSIGLI UTILI PER ORGANIZZARE UN MATRIMONIO BILINGUE PERFETTO


1. CONFRONTO CON LE FAMIGLIE E GLI OSPITI

Parlate con loro, con i vostri genitori, con le vostre famiglie. Cercate di capire cosa si aspettano, cosa preferiscono e cosa, invece, non vorrebbero mai vivere in un matrimonio. Siate chiari, sin da subito. Conoscere le tradizioni delle diverse culture vi aiuterà sicuramente a non cadere in gaffe o errori grossolani che potevate ampiamente evitare.

Quando tutto sarà chiaro, quando avrete bene in mente le esigenze di ciascuno di essi sono certa che tutto sarà più semplice perché non ci saranno incognite.


2. SUITE GRAFICA & ALLESTIMENTI

Indubbiamente, tutta la comunicazione dell'evento dovrà seguire il principio della doppia/tripla lingua: dal save the date agli inviti, dal libretto della cerimonia alla segnaletica di benvenuto, dal tableau de mariage al menu e al segnaposto, etc. Sarà quindi necessario trovare un layout grafico e di design adatto allo scopo. Alcune coppie prediligono avere tutte le lingue necessarie, ad esempio per il libretto messa, sulla stessa pagina, altre invece preferiscono personalizzare al massimo andando quindi a stampare tutto il materiale in lingue separate.

3. SITO WEB DEL MATRIMONIO BILINGUE

Qui mi riallaccio al punto 1.: creare un sito web del matrimonio (e, nelle mie consulenze Top e Dream è incluso gratuitamente! Contattami qui) dove poter inserire tutte le informazioni utili riguardanti, non solo la logistica e lo svolgimento del matrimonio, ma anche tutte quelle note e quei dettagli tipici dei matrimoni bilingue. Ad esempio, potrete indicare ai vostri ospiti il dress code da seguire, magari chiedendo loro in indossare abiti tradizionali. Oppure, informare loro a proposito di possibili riti o usanze particolari che dovrebbero conoscere prima di venire al matrimonio. Il tutto per evitare che le diverse culture si sentano accolte e rispettate.

Ovviamente, come per il punto 2 appena visto, sarà necessario utilizzare entrambe/tutte le lingue necessarie affinché chiunque acceda al sito avrà tutto ben chiaro e non dovrà perdersi in traduzioni improbabili. Come per la suite grafica, anche per il sito sarà necessario decidere se farne uno per ciascuna lingua oppure integrare, sulle stesse pagine, tutti i testi con le varie traduzioni.


4. INTERPRETE PER CERIMONIA E DISCORSI

Quando si organizza un matrimonio bilingue, sia in caso di cerimonia religiosa che di cerimonia civile (e ovviamente in caso di cerimonia simbolica), sarà sicuramente necessario prevedere la presenza o di un interprete che, in accordo con il celebrante possa fare da intermediario. A meno che non è il celebrante stesso che si occuperà di questo aspetto. Certamente, per gli ospiti che parlano una seconda lingua, sarà molto bello riuscire a seguire la cerimonia (o perlomeno i momenti più importanti) in maniera autonoma e con l'ausilio di un libretto stampato ad hoc per loro.

Anche al ricevimento, considerando che sicuramente ci saranno speeches (cioè i discorsi di buon augurio da parte delle famiglie, dei testimoni della coppia e della coppia stessa) sarebbe utilissimo avere un amico o un parente che si presti alla traduzione per tutti coloro che non parlano la stessa lingua. Sono momenti così importanti ed emozionanti che sarebbe un vero peccato non coglierne l'essenza!


5. MUSICA E INTRATTENIMENTO BAMBINI

Mai sottovalutare l'intrattenimento musicale in un matrimonio bilingue o multilingua. La presenza di un cantante/dj che comunicherà con gli ospiti le diverse tempistiche dell'evento e che sappia coinvolgere tutti gli ospiti, indipendentemente dalla lingua parlata, sarà sicuramente molto apprezzato.

Così come la musica, che sia un mix delle diverse culture, magari di stampo internazionale e, quindi, non solo locale/italiana.

Se nel vostro matrimonio avete previsto animazione per bimbi e ragazzi cercate di affidarvi ad un'agenzia che sappia proporre staff preparato e parlante almeno l'inglese: i genitori apprezzeranno!


6. DISPOSIZIONE TAVOLI

La gestione dei posti al tavolo è da sempre piuttosto delicata e, ahimè, complicata. Sarà necessario fare in modo che, in caso dobbiate unire allo stesso tavolo persone che non si conosco affatto, almeno possano comunicare e chiacchierare agevolmente con una lingua in comune altrimenti i visi lunghi e la noia prevarranno.

Per tutte le coppie che scelgono la mia consulenza Top o Dream la disposizione degli ospiti al tavolo non è mai stata così semplice grazie al potente strumento del Layout & Seating di Aisle Planner!


7. SCELTA DEL MENU

In un matrimonio bilingue o comunque multiculturale sarà sicuramente apprezzata la presenza di richiami culinari alle proprie cucine tradizionali, ma per evitare esperimenti azzardati e magari nemmeno troppo adatti il mio consiglio è di proporre la cucina italiana nella sua interezza. Gli stranieri adorano il nostro cibo, vengono qui in Italia proprio per vivere l'atmosfera italiana quindi ritengo non sia necessario adattare o stravolgere il menu solo per via della presenza di ospiti stranieri.


8. FORNITORI BILINGUE

Ultima, ma non meno importante, è la presenza di staff bilingue: dalla make up artist, alla cantante, allo staff del catering. Gli ospiti stranieri si sentiranno sicuramente più coccolati e meno sperduti se ci sarà accanto a loro uno staff, non solo preparato, ma che sia anche in grado di spiegare, in caso di richiesta, quello che stanno per mangiare, o dove si trova la toilette o in che zona ci sarà la torta!


IN CONCLUSIONE, ORGANIZZARE UN MATRIMONO BILINGUE...

o multilingua richiede un piccolo sforzo organizzativo che, se fatto insieme ad una Wedding Planner, sarà una passeggiata!


Se hai bisogno di confrontarti con me, se vuoi saperne di più di come lavoro e di cosa posso fare per te, cosa aspetti?

EnJoy!


Federica

La tua Planner in Romagna e Marche

loghi social e wedding blog



27 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Comments


federica tamborini wedding planner_edite

MATRIMONIO A SANTORINI

Vuoi sposarti a Santorini?

Vuoi una cerimonia simbolica o civile su una terrazza con vista mozzafiato o in spiaggia? Vuoi un matrimonio lontano da tutti, con pochi amici intimi e la tua famiglia?

Allora, un matrimonio a Santorini è quello che fa per TE!

MICRO WEDDING 

Vuoi un matrimonio in una location esclusiva ed evitare troppi ospiti?

Ti piacciono le cerimonie riservate e con pochi intimi?

Allora Micro Wedding è la soluzione che fa per te!

Post in evidenza

bottom of page