• Federica Tamborini

Palazzo Viviani a Montegridolfo

UN CASTELO ED UN BORGO D'ALTRI TEMPI


La seconda tappa del giro per location che ho simpaticamente battezzato "La Tambo on tour" (nella prima tappa sono stata alla Tenuta Biodinamica Mara, a San Clemente, in provincia di Rimini) mi ha portato a visitare Palazzo Viviani a Montegridolfo, un delizioso borgo dell'entroterra riminese, un vero e proprio gioiello architettonico del Duecento situato tra la Romagna e le Marche.


MONTEGRIDOLFO

Montegridolfo è un delizioso borgo considerato tra i più belli d'Italia (non lo dico solo io che sono di parte eh, lo dice anche "I Borghi più belli d'Italia" per cui ci si può fidare!).


Per arrivare da Cattolica a Montegridolfo si attraversano le affascinanti e verdeggianti colline della Valconca, in provincia di Rimini. Questo splendido gioiello tutto italiano sorge in una zona definita "terra di conquiste e battaglie", ricca di storia e di fascino: è situato, infatti, proprio sulla linea che delimitava i possedimenti della casata dei Malatesta di Rimini e dei Montefeltro, signori della vicina Urbino.


IL RECUPERO DEL BORGO

Il borgo medievale di Montegridolfo, agli inizi degli anni '90, è stato completamente recuperato e riportato all'antico splendore dalla nota stilista e imprenditrice di Cattolica Alberta Ferretti. Obiettivo della Ferretti non era avere solo un bel borgo restaurato: lei voleva che fosse un centro vivo, frequentato da residenti e no, con negozi, botteghe artigianali, ristoranti tipici, zone verdi per concerti e possibilità di soggiorno per turisti italiani e non.


E credo si possa tranquillamente affermare che l'obiettivo è stato raggiunto.

PALAZZO VIVIANI

Palazzo Viviani, meglio conosciuto come il Castello di Montegridolfo, è l'unica casa gentilizia del borgo, oggi "albergo diffuso" che coinvolge tutto l'abitato. E' circondato da solide mura che includono la "Torre dell'Orologio" e 3 vie strette strette, che mi fanno tanto ricordare, con un pizzico di melanconia, la mia piccola Assisi (dove ho vissuto e frequentato l'Università).

IL SOPRALLUOGO

Conosco Palazzo Viviani da diversi anni, ma questa volta sono tornata con l'intento di fare